il Diritto Marittimo

III - 2017

 

back

DOTTRINA 

VASCO BECKER-WEINBERG – From legal warfare to legal cooperation: the China-Philippines relation in the South China sea beyond the arbitration
STEFANO DOMINELLI – Transfer of suspected pirates and human rights: axiomatic theories, state practice, and judicial interventions – a european perspective on some possible shortcomings of the current international legal framework
ABSTRACT
The intensity of the phenomenon of maritime piracy has led States to organise
military reactions whose aim is to ensure the safety on the high seas, and avoid impunity
for pirates. In the context of coordinated actions, a number of legal issues become of
particular relevance, also in light of economy-of-law considerations. In particular, the
need for states to respect human rights law in the repression of piracy can promote the
exercise of indirect universal jurisdiction so to ensure a speedy trial before a court that
is theoretically better placed to hear the case. Nonetheless, from a European perspective,
transfers of pirates to processing countries also raise a number of significant legal
questions that have recently been – partially unsatisfactorily – tackled by some domestic
courts. The aim of the present work is to assess these issues, along with considering
whether or not transfer agreements remain a feasible option, also in light of an
economy-of-law reasoning drawn by the human rights law limits that appear to
postpone the applicability of such an international practice.
La pirateria marittima ha da sempre indotto gli Stati ad organizzare risposte
militari volte ad assicurare la sicurezza in alto mare ed evitare l’impunità dei pirati.
Nel contesto di azioni internazionali coordinate per il contrasto del fenomeno si
rilevano tuttavia una serie di problematiche, di rilievo non secondario. In particolare,
la necessità per gli Stati di assicurare il rispetto dei diritti fondamentali in sede di
repressione può incentivare il ricorso ad accordi di trasferimento. Tuttavia, in
prospettiva europea, i trasferimenti dei pirati ai cd. “processing States” sollevano
diverse questioni che solo in parte sono state affrontate in modo soddisfacente dalle
corti nazionali. Obiettivo del presente lavoro è quello di analizzare i problemi in
parola, anche avuto riguardo a considerazioni di economia del diritto e di tutela dei
diritti fondamentali, per soffermarsi sull’opportunità del ricorso a tali accordi.
MARIJA PIJACA - MARJANA BOTIć – Comparative analysis of legal framework for offshore hydrocarbon exploration and exploitation
ABSTRACT
This paper provides an overview of the legal framework for offshore
hydrocarbon exploration and exploitation. Apart from the solutions from the
Croatian law, the paper includes examples of solutions in the subject matter from
several selected comparative laws. These are mostly countries from the Adriatic, i.e.
Mediterranean area. In that sense, the provisions of legal sources of Italian, Greek,
Montenegrin and Albanian law are studied.
Apart from the distribution of competence between international, EU and/or
national legal framework, the paper emphasises the need for an integrated approach
to the use and protection of the sea, as well as the establishment of mechanisms for
cooperation between countries. It also indicates the issue of liability for the damage
due to sea pollution from offshore facilities. In conclusion, it states the similarities and
differences of the legal framework for offshore hydrocarbon exploration and
exploitation in the selected countries. It indicates the need for the application of
quality solutions in the subject matter, which is in accordance with the European
integrated policy.
STEFANO RUGGERI – Azione e prova nei rapporti tra procedimento penale e indagini di sicurezza nei trasporti. Un’analisi orientata ai diritti della persona
ABSTRACT
La realizzazione di un fruttuoso coordinamento tra procedimenti rappresenta una
necessità impellente di ogni sistema di giustizia penale. L’analisi dell’ordinamento italiano
evidenzia tuttavia un quadro normativo lacunoso e ben poco omogeneo sul fronte
sia del coordinamento tra azioni che della circolazione probatoria. Già il confronto tra
la disciplina prevista per la circolazione probatoria tra procedimenti penali e le scarne
previsioni concernenti il coordinamento probatorio col giudizio civile rivela un notevole
arretramento culturale nel modo in cui la problematica è ad oggi affrontata rispetto a
quest’altra importante esperienza giudiziale. Il quadro normativo si fa ancor più rarefatto
se si volge lo sguardo al coordinamento con procedimenti di natura amministrativa.
Il presente scritto analizza la problematica dei rapporti, sul piano dell’azione e
della prova, tra procedimento penale e indagini di sicurezza in ambito sia marittimo
che aeronautico. Tale angolo visuale mette in luce un panorama complesso, in cui la rapida
evoluzione normativa avvenuta (direttamente o indirettamente) in seguito agli
sviluppi intervenuti nel diritto dell’Unione non è sempre in linea coi principi fondanti
il sistema interno di giustizia penale e la tendenziale separazione tra procedimenti deve
quindi essere ricostruita in modo da non compromettere gli obiettivi di un’effettiva collaborazione
specie con le autorità competenti per l’accertamento penale. In ciò, comunque,
l’adozione di una prospettiva orientata alle garanzie individuali fornisce gli
strumenti metodologici necessari per tale opera ricostruttiva.
ABSTRACT
Every criminal justice system in modern era requires proper coordination between
the criminal process and other proceedings. The examination of Italian law reveals several
deficits and the lack of consistent rules in this regard in the delicate fields of prosecution
and criminal evidence. Comparison between the rules regarding the circulation of evidence
between criminal proceedings and the scant provisions concerned with exchanges of
evidence with civil proceedings highlights a considerable cultural backwardness in the
way this problem is dealt with. The legal framework becomes even more unsatisfactory
if one looks at coordination between criminal and administrative proceedings.
This study analyses the problematic area of the relationship between criminal
proceedings and safety investigations in relation to prosecution and evidence-gathering,
focusing on maritime and aviation inquiries. This viewpoint highlights a complex
framework in which the rapid evolution that have taken place (either directly or
indirectly) in domestic law as a consequence of the developments in EU law is not
entirely in line with the principles governing Italian criminal justice. Therefore, the
principle of separation between safety investigations and judicial proceedings should
be re-defined as not to jeopardize the aims of effective cooperation mainly with the
competent authorities in criminal proceedings. To this end, the adoption of a human
rights perspective provides the necessary methodological instruments.

NOTE ED OSSERVAZIONI A SENTENZA

ANGELO BOGLIONE – Portata e interpretazione della warranty di pre-shipment survey nell’assicurazione marittima di uno yacht da trasportare via mare
ANGELO BOGLIONE – “Fraudulent Claim” e “Fraudulent Device”: considerazioni di ordine normativo e sanzionatorio, in materia assicurativa marittima, al vaglio della massima autorità giurisdizionale inglese
LUCA CAROTENUTO – La vicenda “Ow Bunker”: l’intervento della Corte distrettuale di New York
ESTHER DALFINO – Il rapporto di lavoro nautico a tempo determinato: riflessioni in tema di specialità del diritto della navigazione e sulla indennità risarcitoria prevista per il caso di illegittimità del contratto
LUIGI FUMAGALLI – Contratto internazionale e legge regolatrice: nessuna preclusione per l’accertamento del diritto straniero
LEONIDA GIUNTA – I danni causati da correnti galvaniche ad una imbarcazione all’ormeggio in un porticciolo turistico non sono addebitabili al gestore di quest’ultimo
MARCO MASTROPASQUA – I documenti al “bar”, il carico a terzi. Quando la prassi portuale supera la fantasia. Brevi note in tema di ordini di consegna
ANDREA MOZZATI – L’assegnazione delle aree demaniali per finalità turistico-ricreative e il diritto europeo
EMILIO PIOMBINO – Pirateria, avaria comune e spese sostitutive: il caso “Longchamp”
SIMONE PITTO – Riflessioni a margine dell’intervento della Corte costituzionale 29/2017 sull’aumento dei canoni delle concessioni destinate alle strutture per la nautica da diporto
MATTEO TIMO – La Corte di Cassazione torna sul tema dell’esposizione all’asbesto nel lavoro portuale
MATTEO TIMO – La responsabilità datoriale dell’Autorità portuale per malattia asbesto correlata
CHIARA TINCANI – L’attività di ormeggio e le caratteristiche dei concorsi volti alla selezione di chi la può esercitare
EMILIA VERMIGLIO – Concessioni di beni demaniali marittimi e concessioni di servizi nella giurisprudenza della Corte di Giustizia dell’UE: una distinzione dai contorni sempre più sfumati?

GIURISPRUDENZA DELL’UNIONE EUROPEA

DEMANIO – Demanio del Lago di Garda – Concessioni demaniali – Proroga automatica – Assenza di procedura di selezione tra potenziali candidati.
DEMANIO MARITTIMO – Concessioni demaniali per attività turistico-ricreativa – Proroga automatica – Contrasta con art. 49 TFUE. Corte di Giustizia UE, Sez. V, 14 luglio 2016 (con nota di A MOZZATI e E. VERMIGLIO)

GIURISPRUDENZA ITALIANA

ASSICURAZIONE – Assicurazione stipulata da un mandatario dell’assicurato – Accettazione implicita da parte dell’assicurato.
ASSICURAZIONE – Assicurazione contro i rischi del trasporto – Previsione della presenza di un perito dell’assicuratore al momento dell’imbarco – Ha natura di condizione potestativa – Mancato avveramento – Inefficacia del contratto.
ASSICURAZIONE – Assicurazione contro i rischi del trasporto – Applicazione del diritto inglese – Inadempimento di obbligo assunto dall’assicurato – Effetti. Trib. Forlì 28 settembre 2016 (con nota di A. BOGLIONE)
AUTORITÀ PORTUALE DI NAPOLI – Responsabilità per colpa dell’Ente Autonomo del Porto di Napoli. Trib.Napoli 29 giugno 2016 (con nota di M. TIMO)
DEMANIO MARITTIMO – Canoni tabellari – Nuovi criteri – Impianti e infrastrutture realizzate dal concessionario – Inapplicabilità. Corte Cost. 27 gennaio 2017, n. 29 (con nota di S. PITTO)
DIPORTO – Contratto di ormeggio – Danni da correnti galvaniche ad una imbarcazione – Responsabilità della società che gestisce gli ormeggi – Non sussiste. App. Genova 1 ottobre 2015 (con nota di L. GIUNTA)
DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO – Criteri di collegamento – Applicazione d’ufficio. Cass., 29 dicembre 2016 n. 27365 (con nota di L. FUMAGALLI)
LAVORO – Azione degli eredi di un lavoratore – Competenza del giudice del lavoro.
LAVORO – Morte di lavoratore portuale per mesotelioma pleurico – Nesso di causalità.
LAVORO – Morte di lavoratore per contatto con fibre di amianto – Diritto degli eredi al risarcimento dei danni. Trib.Napoli 29 giugno 2016 (con nota di M. TIMO)
LAVORO MARITTIMO – Esercizio di attività pericolosa – Responsabilità del datore di lavoro – Presupposti.
LAVORO MARITTIMO – Esercizio di attività pericolosa – Esposizione all’amianto – Responsabilità del datore di lavoro – Presupposti. Cass., Sez. Lavoro, 21 settembre 2016 n. 18503 (con nota di M. TIMO)
LAVORO MARITTIMO – Lavoro a tempo determinato – Indennità ex art. 32, comma 5, l. 4 novembre 2010, n. 183 – Suo carattere globale – Applicazione anche al lavoro nautico. Cass. 10 maggio 2016 n. 9468 (con nota di E. DALFINO)
PORTI – Ormeggiatori – Disciplina pubblicistica dell’esercizio della professione.
PORTI – Ormeggiatori – Concorsi – d.P.R. n. 487/1994 – Applicabilità – Pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale – Necessità. Cons. di Stato 21 aprile 2017 n. 01872 (con nota di C. TINCANI)
TRASPORTO DI PERSONE – Distinzione tra sinistro a causa del trasporto e sinistro in occasione del trasporto – Onere della prova per sinistro in occasione del trasporto. App. Messina 15 aprile 2015 (con rich. di M. MASTROPASQUA)
TRASPORTO MARITTIMO – Ordine di consegna sull’impresa di sbarco – Consegna della merce senza verifica della legittimazione della persona che presenta il documento – Responsabilità dell’impresa di sbarco. Trib. Napoli  28 ottobre 2015 (con nota di M. MASTROPASQUA)
VENDITA DI MERCI – Legge applicabile – Erronea individuazione – Sua deduzione – Non costituisce eccezione.
VENDITA DI MERCI – Deducibilità della violazione della legge straniera – Ricorso per cassazione.
VENDITA DI MERCI – Legge applicabile – Individuazione delle norme applicabili – Ricerca d’ufficio da parte del giudice.
VENDITA DI MERCI – Vendita internazionale – Legge regolatrice – Inapplicabilità della Convenzione di Vienna. Cass., 29 dicembre 2016 n. 27365 (con nota di L. FUMAGALLI)

GIURISPRUDENZA FRANCESE

SEQUESTRO CONSERVATIVO - CONVENZIONE DI BRUXELLES – Allegazione di un credito – È sufficiente. Cour de Cassation 11 aprile 2017 (con rich. di F.B.)


GIURISPRUDENZA INGLESE

AVARIA COMUNE – Regole di York e Anversa – Cattura di una nave da parte di pirati – Costi per equipaggio e consumi durante le trattative per la riduzione del prezzo del riscatto – Regola F – Non è applicabile. Court of Appeal 13 luglio 2016 (con nota di E. PIOMBINO)
ASSICURAZIONE – Comunicazioni non veritiere da parte dell’assicurato – Distinzione tra comunicazioni anteriori alla assunzione del rischio e comunicazioni successive.
ASSICURAZIONE – Comunicazioni non veritiere da parte dell’assicurato successive ad un sinistro – Comunicazioni che non influiscono sulla liquidazione del sinistro - Irrilevanza. Supreme Court 20 luglio 2016 (con nota di A. BOGLIONE)

GIURISPRUDENZA DEGLI STATI UNITI

MARITIME LIEN – Sua natura in base alle sez.ni 31301-31343 del title 46 US Code.
MARITIME LIEN – Persone per le quali sussiste la presunzione che agiscano su autorizzazione dell’owner.
MARITIME LIEN – Fornitura di bunker – Assenza di prova della autorizzazione da parte dell’owner. SDNY 8 aprile 2016 (con nota di L. CAROTENUTO)

CRONACHE E NOTE

ETTORE ROMAGNOLI – Le patenti nautiche: una ricognizione generale della disciplina ed ultime novità
ABSTRACT
La materia che tratteremo ha conosciuto di recente diverse innovazioni in ordine
alla modalità di svolgimento degli esami passato per la teoria dal classico colloquio
ai quiz. Sul fronte dei requisiti fisici divenuti più severi con il D.M. 146/08 comportando
il mancato rinnovo di parecchie patenti e la preclusione all’esame di molti appassionati
vi è stato un recente intervento. Inoltre nella l. 167/15 di delega per la
riforma del codice varie sono le chiamate che interessano il nostro argomento. Appare
quindi utile un breve saggio ricostruttivo della disciplina sparsa in parecchie
fonti dal codice della nautica regolamento e suoi allegati otre a vari decreti e fonti amministrative.
Si è scesi in particolari al fine di consentire al lettore un’informazione
di taglio pratico utile per affrontare eventuali fasi di contenzioso che potrebbero insorgere.
ABSTRACT
Matter which we will have met recently several innovations with regard to the
procedures for carrying out the examinations passed for theory from the classic
interview quiz. In terms of physical requirements become more stringent with D.M.
146/08 entailing non-renewal of several licenses and foreclosure examination of many
fans there has been a recent speech. Also in the l. 167/15 of delegation for the various
code reform are calls that affect our argument. It is therefore useful a short essay
reconstructive discipline scattered in several sources from the nautical Code
Regulation and its annexes wineskin in various decrees and administrative sources.
It’s down in particular in order to enable the reader to useful information practical
approach to deal with any litigation phase which might arise.

ATTI NORMATIVI

Regolamento (UE) 2017/1084 della Commissione del 14 giugno 2017