il Diritto Marittimo

IV - 2017

 

back

DOTTRINA

LISIA CAROTA – Il demanio marittimo alla stregua dei principi costituzionali: l’estensione giurisprudenziale della nozione di “bene pubblico”
ANNALISA DI GIOVANNI – Il trasporto ferroviario tra “mobilità sostenibile” e “mobilità ambientalmente sostenibile”
ABSTRACT
Il contributo è volto ad intercettare i punti di contatto tra il trasporto ferroviario
e l’ambiente, alla ricerca delle soluzioni che il legislatore intende perseguire
per garantire una mobilità sostenibile a favore di un equilibrio ambientale. In particolare,
l’obiettivo è quello di comprendere se il sistema giuridico attuale consenta
al trasporto ferroviario di rientrare nella mobilità ambientalmente sostenibile. Se è
vero che il trasporto ferroviario può essere considerato sostenibile sotto un profilo
ambientale in quanto definito “carbon free”, non appare esserlo altrettanto sotto
altri profili di compatibilità ambientale, come ad esempio l’inquinamento acustico,
l’inquinamento da rifiuti, l’impatto sul territorio e sulla natura e la biodiversità,
anche in relazione alle opere infrastrutturali ferroviarie ad esso connesse. L’esito
dell’indagine ha evidenziato nell’ordinamento europeo criticità e lacune normative
importanti. L’assenza di normative specifiche di riferimento a livello comunitario
trasferisce la sostenibilità ambientale del trasporto ferroviario da un livello normativo
ad un livello politico; la scelta di rendere un trasporto ferroviario compatibile
con l’ambiente non passa più per l’Europa, ma attraverso le maglie delle politiche
di sostenibilità nazionali. È nella sede procedimentale – di valutazione di impatto
ambientale e di valutazione di incidenza – che si incontrano e dialogano la “mobilità
sostenibile” e la “mobilità ambientalmente sostenibile” alla ricerca di un equilibrio
tra ambiente, società ed economia in cui l’ago della bilancia è rappresentato
dal principio dello sviluppo sostenibile. Si perviene, pertanto, alla conclusione secondo
la quale solo se si guarda il trasporto ferroviario con il filtro dello sviluppo
sostenibile – ossia adottando le decisioni relative alla realizzazione ed allo sviluppo
del trasporto ferroviario integrando le considerazioni ambientali nel processo di
formazione delle politiche riguardanti il trasporto ferroviario, sia comunitarie che
nazionali – si può arrivare a qualificare questa modalità di trasporto come “mobilità
ambientalmente sostenibile”.
ABSTRACT
This paper focuses on the points of contact between railway system and the
environment policy and it looks for solutions that legislation implements to ensure a
strategy on sustainable transport. In particular, the objective of this paper is to
understand if the current legal system permits railway transport to become an
“environmentally sustainable transport”. The railway transport is carbon free, but it has
a big impact on the environment. The Commission suggested a reduction of emission
of greenhouse gases but it did not fix specific objectives for railways activities and their
impacts on the different parts of the environment. The environmental impact
assessment must be made before a railway project is authorized, the sustainable
transport becomes an environmentally sustainable transport in this environmental
impact assessment. It’s difficult to find a balance between environment, society and
the economy, but it is not impossible if the balance needle is represented by the
principle of sustainable development. If you look at railway transport with the filter of
sustainable development you can qualify this transport as “environmentally sustainable
transport”.
UMBERTO LA TORRE - Mª VICTORIA PETIT LAVALL – Studio preparatorio alla modifica degli articoli 25 e 26 del nuovo Proyecto de Código aeronáutico latino americano
ABSTRACT
La globalizzazione e la liberalizzazione del comparto aeronautico, il progresso
scientifico e tecnologico, l’avvento di nuove macchine destinate al trasporto per aria
di persone o cose o il perfezionamento quelle esistenti, sono alcuni tra fattori che
hanno determinato l’obsolescenza del Proyecto de Código aeronáutico latino
americano, aprobado por la Asamblea General de ALADA de 1985. Il presente lavoro,
sulla base della disciplina contenuta Proyecto del 1985 provvede alla revisione della
nozione e all’ammodernamento della classificazione degli aeromobili, mediante
proposte per un nuovo Proyecto che, nelle intenzioni dei compilatori del presente
saggio, si dimostri, al tempo stesso, rispettoso della tradizione e conforme alla
disciplna di diritto uniforme.
El progreso científico y tecnológico, la globalización económica y la liberalización
del sector aéreo han comportado que el Proyecto de Código aeronáutico latino
americano, aprobado por la Asamblea General de ALADA de 1985 haya quedado en
buena medida obsoleto. El presente trabajo efectúa una revisión del concepto y de la
clasificación de las aeronaves contenidos en dicho Proyecto con la finalidad de
proporcionar un régimen actualizado y, al mismo tiempo, acorde con la legislación
internacional y comparada.
The scientific and technological progress, the economic globalization and the
liberalization of the air sector have meant that the Project of Latin American
Aeronautical Code, approved by the ALADA General Assembly in 1985, has been
largely obsolete. The present work makes a revision of the concept and classification of
aircraft contained in said Project with the purpose of providing an updated regime and,
at the same time, in accordance with international and comparative legislation.

MASSIMILIANO MUSI - MIŠO MUDRIć – An overview of the Italian and Croatian legal frameworks regulating offshore platforms in the oil and gas sector in the Adriatic Sea
ABSTRACT
The aim of the paper is to provide a legal analysis of the current legal discipline
with regard the field of offshore platforms active in the oil and gas sector in Italian and
Croatian Law, with some references to the International and EU frameworks as well.
The offshore exploration and exploitation activities in the Adriatic Sea have commenced
in the second part of 20th century, with active drilling sites on the Italian side of Adriatic
(oil and gas) being operational since the 1960’s, and on the Croatian side (gas, joint
ventures between Croatian and Italian companies), since 1990’s. The Authors intend
to focus on the general legal framework with regard the hydrocarbons’ (petroleum)
exploration and exploitation in both jurisdictions, examine the typical (standard)
contract forms (i.e., production sharing agreements) utilized in offshore ventures, and
collate the relevant provisions with regard the offshore platforms’ decommissioning. A
special attention is paid to the safety and security issues, especially with regard the
protection of marine environment, having in mind the geographical limitations of the
Adriatic Sea and its sensitive and vulnerable marine eco-system. Finally, particular
emphasis is placed on the study of statutory norms and contractual clauses with regard
the liability and (role of) insurance with respect to, inter alia, decommissioning.
ELISABETTA G. ROSAFIO – Il quadro dei servizi tecnico-nautici alla luce della l. 1 dicembre 2016, n. 230 e del Reg. UE 2017/352 del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 febbraio 2017: prime osservazioni
ABSTRACT
Il lavoro analizza i servizi tecnico-nautici e il relativo regime di erogazione degli
stessi alla luce delle modifiche introdotte dalla legge 1° dicembre 2016, n. 230, recante
«Modifiche al codice della navigazione in materia di responsabilità dei piloti
dei porti e disposizioni in materia di servizi tecnico-nautici», e del Reg. UE 2017/352
del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 febbraio 2017, con particolare riguardo
alla giurisprudenza.
The article analyses technical-nautical services and the relative rules for providing
them under the amendments made by Law 230 of December 1, 2016 on «Amendments
to the Navigation Code on matters of liability of port pilots and provisions on matters
of technical-nautical services» and by Regulation (EU) 2017/352 of the European
Parliament and of the Council of 15 February 2017 establishing a framework for the
provision of port services and common rules on the financial transparency of ports, with
particular attention to case law.

NOTE E OSSERVAZIONI A SENTENZA

MARCO COTTONE – Trasporto aereo e servizio pubblico: rapporti tra le attività di assistenza a terra e la puntuale esecuzione degli obblighi del vettore
FEDERICO FRANCHINA – Alcune riflessioni sulla disciplina dei servizi di contrasto all’inquinamento in ambito portuale
ALESSANDRO NATO – La tutela del diritto alla salute dei cittadini europei nello spazio giuridico europeo multilivello: il contributo della sentenza M.N. contro C.C.M. C.C.T.M. - S.A.M.
ELENA ORRÙ – Competenze e responsabilità in materia di bird strike
GIULIO PERONI – In caso di cancellazione di un volo ‘privato’, spetta al passeggero aereo la compensazione pecuniaria
GIUSEPPINA ROSATO – Brevi note sulla responsabilità da cose in custodia del vettore marittimo
FEDERICO TASSINARI – Osservazioni sulla sentenza del Tribunale di Torino n. 5766 del 28 settembre 2015 e sulla azione diretta ex art. 7 ter d.lgs 21 novembre 2005 n. 286

GIURISPRUDENZA DELL’UNIONE EUROPEA

PORTI – Lavoro portuale – Ritardato adeguamento della legislazione nazionale spagnola a precedente sentenza della Corte di giustizia – Art. 260 TFUE – Sanzione pecuniaria. Corte di giustizia UE, Sez. VI, 13 luglio 2017
TRASPORTO AEREO – Art. 23 Regolamento (CE) n. 1008//2008 – Pubblicazione delle tariffe – Obbligo di indicare separatamente tasse, diritti aeroportuali ed altri supplementi.
TRASPORTO AEREO – Art. 22 Regolamento (CE) n. 1008/2008 – Compatibilità con normativa nazionale di attuazione della Direttiva 93/13/CEE – Dichiarazione di nullità di clausole abusive. Corte di giustizia UE, Sez. IV, 6 luglio 2017

GIURISPRUDENZA ITALIANA

AEROPORTI – Aeroporto di Genova – Bird strike – Dotazione dei presidi per la prevenzione.
AEROPORTI – Esercizio di attività pericolosa – Causa efficiente sopravvenuta Effetti.
AEROPORTI – Aeroporto di Genova – Bird strike – Visibilità dei gabbiani alcuni secondi prima dell’impatto su un aereo – Impossibilità di un intervento. App. di Genova 4 agosto 2015 (con nota di E. ORRÙ)
AGENZIA DI VIAGGIO – Responsabilità dell’intermediario.
AGENZIA DI VIAGGIO – Proposta di pacchetto turistico di categoria superiore. Trib. di Roma 20 gennaio 2017
ASSICURAZIONE – Surrogazione – Quietanza di danno – Assenza di individuazione del rapporto assicurativo al quale il pagamento è riferito – Carenza di prova della legittimazione dell’assicuratore. App. di Venezia 29 settembre 2016
DEMANIO MARITTIMO – Sdemanializzazione – Effetto su rapporto concessorio pregresso. Cons. di Stato, Sez. IV, 1 agosto 2016, n. 3477
GIURISDIZIONE – Azione risarcitoria nei confronti di un ente pubblico per danni causati dal cattivo funzionamento dell’erogazione di un servizio – Giurisdizione del giudice ordinario App. di Genova 4 agosto 2015 (con nota di E. ORRÙ)
IRRIMEDIABILI CONDIZIONI DI VETUSTÀ DELL’IMBARCAZIONE – Responsabilità dell’istituto di certificazione. App. di Ancona 2 agosto 2017
LAVORO NAUTICO – Assistenza sanitaria a marittimo italiano imbarcato su nave straniera – Applicabilità del Reg. CEE n. 1408/1971.
LAVORO NAUTICO – Assistenza sanitaria a marittimo italiano imbarcato su nave di bandiera inglese – Applicabilità della legislazione del Regno Unito – Diritto all’assistenza sanitaria da parte dello Stato italiano – Insussistenza. Corte di Cass., Sez. Lavoro, 13 novembre 2015, n. 23261 (con nota di A. NATO)
NAUFRAGIO – Affondamento di imbarcazioni da diporto – Reato ex art. 23 cod. nav. – Ingiustificata imputazione. Trib. di Ascoli Piceno 28 giugno 2017
PORTI - Servizi portuali – Bunkeraggio – Servizio di prevenzione e/o vigilanza antinquinamento – Rifornimento di navi di altro armatore – Svolgimento in autoproduzione – Deve essere oggetto di concessione. Cons. di Stato, Sez. IV, 4 febbraio 2016, n. 452 (con nota di F. FRANCHINA)
SOCIETÀ DI CLASSIFICA – Nave da diporto.
SUO ACQUISTO SULLA BASE DI ATTESTAZIONE DI ISTITUTO DI CERTIFICAZIONE – Insolvenza del venditore. App. di Ancona 2 agosto 2017
TRASPORTO AEREO – Handling aeroportuale – Ordinanza del Prefetto che impone lo svolgimento del servizio – Legittimità – Presupposti. Cons. di Stato, Sez. VI, 15 novembre 2016, n. 4705 (con nota di M. COTTONE)
TRASPORTO AEREO – Reg.to CE 261/2004 – Sua applicabilità e sue funzioni.
TRASPORTO AEREO – Reg.to CE 261/2004 – Ingiustificata cancellazione del volo - Diritti del passeggero. Trib. di Rimini 17 gennaio 2017 (con nota di G. PERONI)
TRASPORTO DI PERSONE – Imbarco e parcheggio veicoli – Parcheggio di una motocicletta – Caduta del passeggero durante la manovra a causa di olio sul pavimento del garage – Imputabilità a cose in custodia – Esclusione.
TRASPORTO DI PERSONE – Imbarco e parcheggio veicoli – Parcheggio di una motocicletta – Caduta del passeggero durante la manovra a causa di olio sul pavimento del garage – Imputabilità a sua insufficiente diligenza. Trib. di Ivrea 11 ottobre 2016 (con nota di G. ROSATO)
TRASPORTO TERRESTRE – Esecuzione del trasporto da parte di un subvettore – Sua richiesta di diretto pagamento del prezzo del trasporto a norma dell’art.7 ter del d.lgs. 21 novembre 2005, n. 286 – Fallimento del vettore che aveva assunto il trasporto – Inapplicabilità di tale norma. Trib. di Torino 28 settembre 2015 (con nota di F. TASSINARI)

GIURISPRUDENZA INGLESE

TRASPORTO – Regole dell’Aja-Visby – Trasporto in containers – Containers frigoriferi contenenti lombi o pacchi di tonno congelati – Limite del debito – Sua applicazione per ogni lombo o pacco di tonno. QBD - Commercial Court 29 marzo 2017

CRONACHE E NOTE

GIORGIO BERLINGIERI – 2nd Adriatic Maritime Law Conference. The CMI between New York and Genoa
LAURA SALVADEGO – Il rispetto dei diritti umani fondamentali nel contrasto al traffico di migranti attraverso il Mediterraneo centrale
ABSTRACT
L’articolo esamina le missioni navali attualmente impegnate nel contrasto al
traffico e alla tratta di migranti attraverso il Mediterraneo centrale e, in particolare,
l’operazione militare EUNAVFOR MED Sophia, istituita dall’Unione Europea nel
2015. L’autrice analizza il fondamento giuridico delle operazioni ed individua le
principali norme primarie ad esse applicabili. Viene da ultimo esaminata la questione
dell’attribuzione della responsabilità a Stati e ad organizzazioni internazionali per le
condotte illecite eventualmente commesse nel corso delle operazioni.
This paper focuses on naval missions currently operating in the central
Mediterranean Sea to combat smuggling and trafficking in the high sea off the coast of
Libya and particularly on the EU military operation EUNAVFOR MED Sophia, which
was established by the EU in 2015. The author analyses the legal basis of the operations
and provides for the legal framework concerning primary rules binding both States and
international organisations. Finally, the responsibility of States and international
organisations for wrongful acts allegedly perpetrated in the course of these operations
is assessed.


NOTIZIARIO

Convenzione 29 giugno 2017 tra la Procura ed il Tribunale di Genova e i principali operatori terminalisti
Verbale dell’Assemblea dell’Associazione Italiana di Diritto Marittimo


RASSEGNA BIIBLIOGRAFICA

OLGA FOTINOPOULOU BASURKO - JOSÉ MANUEL MARTÍN OSANTE, New trends in maritime law: maritime liens, arrest of ships, mortgages and forced sale